Basta affacciarsi al Ponte Vecchio di Bassano per capire che il Brenta è un fiume interessante per la pesca sportiva: oltre alle trote che pinneggiano nel filo della corrente, a confermarlo sono i numerosi appassionati che presidiano immancabilmente la riva. Si parla di trote fario, ovviamente, ma anche di marmorate e di temoli.
La fama di queste acque è tale da generare un sorprendente flusso di turismo sportivo; e restando sul fiume, anche per la sponda del Grappa, in quel di San Nazario si praticano attivamente canoa, rafting e analoghe attività da acque bianche. Alzando poi gli occhi al monte, viene subito da pensare alle discipline del 'volo libero', ovvero deltaplano e parapendio, che qui hanno uno dei campi di volo più frequentati, anche perché agibili per gran parte dell'anno.
Sempre in tema di emozioni forti, il Grappa è noto sia agli appassionati dell'arrampicata libera, che hanno ampia scelta di pareti rocciose, sia della speleologia.

 

(testi tratti da Touring Club Italiano)

Logo veneto.eu